mercoledì 9 luglio 2008

Modi e maniere

Audio consigliato: Bluvertigo "L'eretico"

Aizzare la folla è più facile che governare. Governare aizzando la folla è ancora più semplice. Aprire il fianco a polemiche sia da destra che da sinistra perchè non si riesce a controllare una serie di persone che devono parlare ad una manifestazione è un suicidio, mediatico, politico, morale.

Ora, non so gli effetti che avrà la manifestazione di ieri a Piazza Navona (ad adesso Beppe Grillo sul suo blog non ne ha ancora scritto niente ed è l'una!), non ho la sfera di cristallo, ma se anche uno che possiede un buon feeling con la pancia della gente come Antonio Di Pietro ha sentito il bisogno di dissociarsi un motivo ci sarà! (Lo ha fatto direttamente ieri sera in piazza a chiusura della manifestazione!)

Non ho motivo di giudicare l'integrità morale di tutti coloro che questa manifestazione l'hanno promossa, appoggiata, si sono scagliati contro quelli che non ci sono voluti venire, ripeto non ho motivo.
Ho solo un'unica piccola domanda: Cui prodest? A chi giova tutto questo?
Certo la nostra libertà ci permette di riunirci tutti allegramente con tutte le bandiere che vogliamo, dire Fanculo a questo e Fanculo a quest'altro, per l'amor del cielo, tutto questo ci è garantito ! Ma a che serve?
Di Pietro se ne è reso conto all'istante, Colombo si è smarcato subito, ma il problema è che hanno lasciato il palco a persone che urlano, che dicono che una Ministro della Repubblica ha avuto il suo ruolo grazie a favori sessuali, che il Capo dello Stato non può firmare una legge presentata dal Governo Eletto in Carica.
Per quello che riguarda la Ministro, magari è anche vero, certo, ma la denuncia per calunnia è in agguato e si rischia di far passare per vittima una che proprio non lo è.
Per quello che riguarda il Presidente della Repubblica, copio ed incollo da wikipedia:

I poteri del Presidente della Repubblica Italiana in relazione alla funzione legislativa e normativa gli consentono di:
  • autorizzare la presentazione in Parlamento dei disegni di legge governativi;
  • promulgare le leggi approvate in Parlamento,
  • rinviare alle camere con messaggio motivato le leggi non approvate e chiedere una nuova deliberazione (essendo obbligato a promulgare se questa viene effettuata senza modifiche del testo);
  • emanare i decreti-legge, i decreti legislativi e i regolamenti adottati dal governo;
Questi paletti sono la sua forza e la sua dannazione, nel senso che non può agire direttamente sul potere legislativo e nel momento in cui il governo si presenta con un decreto legge lui ha la stessa statura e potere di un notaio.
Forse è per questo che Berlusconi vuole trasformare il suo ruolo prima di concorrere alla carica di presidente?

A questo punto la domanda sorge spontanea: io ho "scoperto" queste cose con una ricerca su internet di due minuti netti, chi altro ha avuto il tempo e la voglia di scoprire cosa ci sta dietro?
Persiste il dubbio poi sul valore costruttivo della critica "Fanculo tutti!" ma questo sarà una cosa che scopriremo più avanti, forse!

Meditate gente, meditate.

Alla prossima
Rampa

4 commenti:

Monica ha detto...

Come diceva Dante "il modo ancor mi offende". Peronalmente ho letto del "caso" Piazza Navona (come potevo evitarlo vedendoci e avendo il pessimo gusto di leggere i quotidiani. Credo che l'aver invitato Grillo, che non stimo piu', era un pericolo sottovalutato. IO AMO L'ITALIA, nonostante tutto e a dispetto di tutto, ma nel momento in cui questo paese dovesse iniziarmi a stare stretto e a non avere la forza e il coraggio di andarmene lo farei. E allora se io ho questo coraggio perche' un imbonitore come Grillo invece di parlare e basta non agisce andandose da un posto che non gli piace?
Diverso il discorso sulla Guzzanti. ma diventerebbe troppo lungo. Solo una cosa: perche' il papa no e l'himamm si?

Rampa ha detto...

Perchè riempie i teatri protestando? Sto cominciando sempre di più a diffidare della messianicità dell'uomo.
Ma può essere che mi sbagli!
Ciao
Rampa

monica ha detto...

No, non credo che ti sbagli. E' la tua opinione che condivido. Diffido di tutti quelli che urlano. Le idee "sagge" sono pacate, imo.

Rampa ha detto...

A proposito illuminante questo articolo di Curzio Maltese su Repubblica.
http://www.repubblica.it/2008/07/sezioni/politica/giustizia-6/palco-show/palco-show.html

Non ne ho fatto un altro post per non deprimermi oltre.....

Rampa

Tutte le immagini ed i contenuti sono dei rispettivi proprietari, tutto il resto va sotto le Creative Commons.

Se volete contattarmi via mail cliccate qui.