mercoledì 2 luglio 2008

Una cosa, una cosa sola........

Audio Consigliato: Depeche Mode "Enjoy the silence"

Adesso è la volta che mi saltano i cinque minuti..... sul serio, parte il trombo mi si gonfia la vena ed il primo che comincia lo raggiungo dovunque sia e lo riempio di botte come una zampogna!

Non se ne può più, si decide di protestare, si chiama un nemico comune di cui non si condividono le cose, si definisce che così non si può andare avanti... e poi?
Io me la immagino così?
"Allora siamo tutti d'accordo, ci siamo alfine rotti le palle?"
"Si" "Sicuramente" "Certo" "Non possono fare quello che vogliono!" "E' ora di dire basta!"
"Allora protestiamo, facciamo una grande manifestazione una cosa che faccia tremare loro le ginocchia di quelle che la PS dice che siamo in 200 mentre in realtà siamo almeno in 700000!"
"Si fico" "Mi piace" "D'accordo" "E' quello che ci vuole per ringalluzzire la base" "Grande Idea"
"Ok, ma non possiamo mica farla alla carlona, prepariamo, organizziamo, convochiamo, direi che prima di Ottobre non si fa nulla!"
Silenzio
Silenzio
"Ma veramente ad Ottobre io ho i bambini da portare a scuola."
"Io invece devo sarchiare le bietole, che ne pensi di Luglio?"
"No, ho la regata, con quello che mi costa la barca..."

Mettete voi i nomi alle voci e decidete il livello di depressione a cui stabilirvi, il mio è piuttosto alto!

Aggiunta del pomeriggio: oggi guardo il giornale e leggo questo. Umberto Eco ha di nuovo fatto quello che gli riesce meglio, ha usato le parole ed il linguaggio per spiegare le cose, sono del tutto d'accordo con lui. A questo punto per il PD si presentano due alternative: o sciogliere gli indugi ed infilarsi in un calderone talmente ampio da contenere da Grillo ai Girotondi e cercare consenso di pancia (una cosa che negli ultimi anni è riuscita solo alla Lega) oppure fare la parte sensata del movimento e lavorare dal giorno stesso della manifestazione per proporre vie d'uscita legislative e parlamentari a questo muro contro muro. Quello che non può assolutamente fare è stare fermo a guardare le cose con lo sguardo annoiato di uno a cui hanno salato troppo poco il pop corn!!!!!!!!

Alla prossima
Rampa

2 commenti:

Monica ha detto...

Sempre su repubblica oggi c'era un articolo (oltre alla sua rubrica) di Serra che ricordava l'etica. Se tutti si ricordassero di NON essere delle amebe, ma di avere un cervello (o almeno 1 neurone) probabilmente molte cose non accadrebbero o ne accadrebbero altre. Io credo che nessuno sia senza peccato, peccato pero' che ci si dimentica di avere un'etica nel momento in cui ci ricordiamo dei nostri peccati.

Rampa ha detto...

Ho purtroppo paura che le cose che bisogna fare si scontrino costantemente con l'agenda delle cose che non bisogna fare.
Il problema sta nel fatto che non puoi stare sempre in mezzo al guado con un piede da una parte ed uno dall'altra (per informazioni citofonare Bertinotti!).
Ora se vogliamo, se vogliono creare un alternativa alla maggioranza bisognerebbe che l'attuale minoranza fosse un minimo coesa e non si smarcasse e dividesse ad ogni cambio di umidità.
Hai mai provato a rompere un termometro di quelli vecchi ed a giocare con il mercurio?
Esce dalla pipetta, si unisce, si sparpaglia, si unisce di nuovo, si raggruppa si unisce di nuovo.
Se riesce a farlo un materiale inerte perchè non ci riescono delle persone quantomeno intelligenti (non sagge, intelligenti!).

Ciao
Rampa

Tutte le immagini ed i contenuti sono dei rispettivi proprietari, tutto il resto va sotto le Creative Commons.

Se volete contattarmi via mail cliccate qui.